Curiosità
Vedi altre Curiosità

Guida al porridge: tutto ciò che c’è da sapere su questa ricetta speciale (Parte II)

Creata da La Redazione il
Guida al porridge: tutto ciò che c’è da sapere su questa ricetta speciale (Parte II)

Come anticipato nella prima parte della nostra Guida al porridge, le cose da sapere in merito a questa ricetta speciale non sono ancora terminate. Dunque, dopo aver approfondito la storia del porridge, aver visto nello specifico di cosa si tratta ed essere venuti a conoscenza delle sue numerose proprietà e degli importanti benefici che apporta al nostro organismo, è giunto ora il momento di scoprire come utilizzarlo in cucina. Siete pronti? Ecco la seconda parte della Guida al porridge.

In quali momenti della giornata mangiare il porridge

Ma vediamo ora in quali momenti della giornata è consigliato assumere il porridge. Il momento d’uso più comune, come anticipato, è la colazione. La ricetta è infatti il piatto ideale per chi desidera preparare una colazione sana e leggera, che fornisca la giusta quantità di energia per tutta la giornata, oltre che per chi desidera preparare una colazione originale e diversa dal solito. Un altro momento ideale per consumare la zuppa d’avena è la merenda: uno spuntino che riempie, senza appesantire e con poche calorie. Infine, è perfetto se assunto prima o dopo la pratica di uno sport, sempre per fornire all’organismo il necessario apporto di energie.

Come preparare la zuppa d’avena

Sono due i modi in cui è possibile preparare questa sfiziosa zuppa d’avena: con il latte o con l’acqua. A seconda dell’ingrediente scelto, quello che dovrete fare è far bollire alcuni cucchiai di fiocchi d’avena in mezzo bicchiere di latte (vaccino o vegetale – latte di riso, di mandorla, d’avena, di soia, di cocco…) e mezzo bicchiere d’acqua. In alternativa, se non si vuole utilizzare il latte, basterà cuocere il cereale in un bicchiere intero d’acqua. Una volta raggiunta l’ebollizione, lasciate cuocere per circa altri 5 minuti, continuando costantemente a mescolare il tutto. Dopodiché potrete aggiungere gli ingredienti a vostro piacere per completare l’opera.

Per realizzare il porridge nella variante estiva, senza cottura, vi basterà versare in una tazza alcuni cucchiai di fiocchi d’avena e ricoprirli con del latte. Coprite il preparato e lasciatelo riposare per una notte intera. Al mattino vi basterà dare una mescolata e condirlo a piacere, per gustare la vostra colazione sana.

Cosa abbinare a questo dolce proteico

Sono davvero tanti gli ingredienti con cui è possibile abbinare il porridge ed ottenere un risultato davvero ottimo. In particolare: i cereali, la frutta fresca (fragole, frutti di bosco, avocado, banana, pesca, mela, pera…), la frutta secca (fichi secchi, mandorle, granella di nocciole, uvetta…), lo yogurt, la cioccolata, lo sciroppo d’acero, la cannella, la vaniglia e il cacao.



La tua valutazione
Vota ora
Media (Tot. voti:1)
54321

Vedi anche...

Per poter lasciare il tuo commento devi essere registrata! È facilissimo!
Entra nel mondo Dolcidee... con noi amerai i dolci ancora di più!


Commenti (2)

lindy53
lindy53 il

ok

Ruzi
Ruzi il

buonissimo