Curiosità
Vedi altre Curiosità

Rose da mangiare!

Creata da Missfoglia il
Rose da mangiare!

Parola della Blogger!

Per i più romantici le rose sono i fiori per eccellenza, per i più golosi sono i boccioli che formano l’omonima e golosa torta.


La torta delle rose è un dolce tipico della tradizione culinaria mantovana. Creata dai pasticcieri della corte dei Gonzaga nel 1490 durante i festeggiamenti in onore di Isabella D'Este, al suo arrivo a Mantova come sposa di Francesco II, la torta venne ideata a forma di mazzo di rose per rendere omaggio alla bellezza della giovane ferrarese che per dolcezza e delicatezza non aveva eguali nelle corti d’Europa. La sposa ne rimase a tal punto incantata che, si narra, regalasse a tutti i suoi ospiti un caldo bocciolo per poterne gustare la bontà. Da quel momento questo gustoso dolce entrò a far parte della cultura gastronomica mantovana ed è ancora realizzata secondo l’antica ricetta.

La torta delle rose è realizzata con una pasta lievitata ricca di burro e zucchero che viene arrotolata assumendo la caratteristica forma di un cesto di boccioli di rose, da cui appunto il nome. Durante la cottura la pasta assume le sue caratteristiche aromaticità e fragranza.

Oltre a questa ricetta esistono diverse varianti: con mandorle in superficie, con farcitura alle mele o con crema pasticciera al posto della crema al burro e integrale con nocciole. Ingrediente fondamentale per una buona torta delle rose è il tempo: la doppia lievitazione, prima e dopo la formazione delle rose, fa si che diventi uno squisito dolce regale. Provate e vedrete che l’attesa verrà premiata!



La tua valutazione
Vota ora
Media (Tot. voti:2)
54321

Vedi anche...

Per poter lasciare il tuo commento devi essere registrata! È facilissimo!
Entra nel mondo Dolcidee... con noi amerai i dolci ancora di più!


Commenti (4)

giuseppinadambrosio
giuseppinadambrosio il

bella e buona!

tizianabasile
tizianabasile il

Bellissima presenrazione

Cinzia 18
Cinzia 18 il

Io l adoro con Confettura

luanak
luanak il

Quante belle curiosità che non conoscevo.
La classica con burro è buonissima! Le altre versioni non le conosco.