Occasioni speciali
Vedi altre Occasioni

Casatiello napoletano: 3 varianti differenti per realizzare il ciambellone di Pasqua

Creata da La Redazione il
Casatiello napoletano: 3 varianti differenti per realizzare il ciambellone di Pasqua

Il casatiello, come tutti sanno, è una torta salata soffice e gustosa tipica della tradizione culinaria napoletana, preparata solitamente durante il periodo pasquale. Esistono numerose varianti differenti del casatiello: da quella originale salata a quella dolce, da quella senza glutine a quella senza strutto, da quella con il lievito madre a quella con la sugna e il pepe. Ecco allora alcune idee per proporre una versione sempre diversa del piatto di Pasqua per eccellenza.

#1 Il casatiello salato: la ricetta originale

Da tradizione la ricetta originale del casatiello è quella salata, che prevede l’utilizzo di ingredienti decisamente golosi: il formaggio (provolone e pecorino), le uova, il salame, lo strutto, il sale, il pepe, il lievito di birra, la farina e l’acqua. Tra le altre cose, ciò che contribuisce all’unicità di questa torta salata è la presenza delle uova, protette da un intreccio di impasto e posizionate intere e crude sulla superficie del rustico. Ecco 3 tips per preparare un casatiello soffice e appetitoso.

#2 Il casatiello dolce

Sebbene la ricetta originale sia quella salata, altrettanto gustosa è la variante dolce del piatto. Lo strutto esce di scena per lasciare il posto al burro, mentre il salame e il formaggio vengono sostituiti da aromi profumati e freschi, quali l’arancia, il miele, il limone e la vaniglia. Si aggiungono inoltre sfiziose decorazioni come lo zucchero al velo, le palline arcobaleno, le perline morbide e i canditi. Sia gli aromi che le decorazioni sono disponibili sul sito di Paneangeli.it.

#3 Il casatiello senza glutine e il casatiello senza strutto

Che sia per intolleranze alimentari o per scelte facoltative, sempre più persone sono interessate alle ricette senza glutine. Tra queste, non può di certo mancare quella del casatiello! Allo stesso modo, per chi cerca di avere un regime alimentare più salutare, la variante più indicata è quella priva di strutto. In entrambi i casi la ricetta della torta e il procedimento di preparazione rimangono gli stessi: non dovrete far altro che sostituire la farina nel primo caso e lo strutto nel secondo. Come? Per la variante senza glutine scegliete quella che preferite tra la farina di mais, di quinoa, di riso, di amaranto o di grano saraceno. Mentre per la versione senza strutto, utilizzate la margarina, il burro o l’olio extra-vergine di oliva.

 

Per concludere il pranzo di Pasqua come si deve, o per rendere ancora più goloso il pic-nic di Pasquetta, vi suggeriamo 5 dolci della tradizione italiana.



La tua valutazione
Vota ora
Media (Tot. voti:7)
54321

Vedi anche...

Per poter lasciare il tuo commento devi essere registrata! È facilissimo!
Entra nel mondo Dolcidee... con noi amerai i dolci ancora di più!


Commenti (7)

texvip
texvip il

lo voglio provare

ricettedolciesalate
ricettedolciesalate il

non l'ho mai assaggiato....ma mi piacerebbe molto

Vanigliamo
Vanigliamo il

Da provare

MarTiC
MarTiC il

Molto interessante 😀! Grazie

Vanigliamo
Vanigliamo il

Da provare per Pasqua

Trallalla
Trallalla il

Da provare

Ruzi
Ruzi il

non l'ho mai provato in realtà