Segreti in cucina
Vedi altri Segreti in cucina

Pastiera napoletana tradizionale, una ricetta dal sapore partenopeo

Creata da La Redazione il
Pastiera napoletana tradizionale, una ricetta dal sapore partenopeo

La pastiera napoletana è un dolce della tradizione napoletana, tipico del periodo pasquale.

Per i napoletani la pastiera non è solo una ricetta, ma un vero e proprio rito con tempi e modalità ben definiti: dalla preparazione, rigorosamente effettuata il giorno del giovedì santo, alla cottura, che un tempo avveniva nel forno rionale. Infatti, in passato era usanza comune cuocere il pane e i dolci nel forno del rione di appartenenza, ancora di più nel periodo delle feste. Quando la temperatura del forno era diminuita, iniziava la processione di coloro che portavano a cuocere le pastiere.

Visitare Napoli durante il periodo quaresimale è un esperienza per tutti i sensi: tutta la città odora di pastiera nei giorni tra giovedì e venerdì prima di Pasqua, un profumo dolce e fruttato che nasce dall’aroma arancia e dagli ingredienti usati.

Le origini della pastiera napoletana tradizionale

La pastiera napoletana tradizionale è un dolce che unisce: ogni famiglia infatti ne prepara più di una in modo da poterla donare e scambiare. La storia delle sue origini  non sono note con esattezza, ma tutte le ipotesi risalgono al periodo pasquale, a conferma dello stretto legame tra la ricetta e il calendario religioso.

Come ogni cibo della tradizione, le leggende sulla pastiera sono molteplici: secondo alcuni fu una suora che inventò la ricetta in un monastero abbandonato nel napoletano. Secondo altri l'artefice fu Maria Teresa D'Austria, consorte del re Ferdinando II di Borbone, soprannominata dai soldati "la Regina che non sorride mai", ma dopo aver assaggiato una fetta di pastiera non poté far a meno di sorridere. Pare che a questo punto il Re disse: “per far sorridere mia moglie ci voleva la pastiera, ora dovrò aspettare la prossima Pasqua per vederla sorridere di nuovo".

Gli ingredienti della pastiera napoletana tradizionale

La pastiera è realizzata con una base di pasta frolla e un ripieno di crema di grano, ricotta e crema pasticciera. Il grano ha un ruolo determinante all'interno della pastiera, così come i canditi che devono essere misti e tagliati in piccoli pezzi. Il grano va prima lasciato in ammollo in acqua e poi viene cotto a lungo, possibilmente nel latte. I campani lo acquistano solitamente dal loro pasticcere di fiducia, preparato secondo la ricetta tradizionale della pastiera napoletana.



La tua valutazione
Vota ora
Media (Tot. voti:2)
54321

Vedi anche...

Per poter lasciare il tuo commento devi essere registrata! È facilissimo!
Entra nel mondo Dolcidee... con noi amerai i dolci ancora di più!


Commenti (2)

fraro
fraro il

No, la pastiera?!?!?
Mi spiace ma per pastiera è sinonimo di Pasqua.

giuseppinadambrosio
giuseppinadambrosio il

wow